/ Category / Citazioni

FINLANDIA

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

“Vorresti cogliere una mela dall’albero, ti alzo oppure abbasso il ramo?”
(poetessa finlandese)

I RACCONTI DI HANRAHAN IL ROSSO

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

William Butler Yeats

Hanrahan il Rosso

Hanrahan, il maestro della scuola all’aperto, un giovane alto, forte, dai capelli rossi, entrò nel granaio, dove sedevano alcuni uomini del villaggio la vigilia di Samhain. Era stato un’abitazione e, quando il proprietario ne aveva costruita una migliore, aveva unito le due camere, tenendolo come locale per ammassarvi provviste di ogni tipo.
C’era una fiamma nel vecchio focolare, e c’erano candele di sego conficcate nelle bottiglie, e c’era una bottiglia nera da un quarto su delle assi che erano state messe tra due barili per formare un tavolo.
La maggior parte degli uomini stava seduta vicino al fuoco, e uno di loro cantava una lunga cantilena su un uomo di Munster e un uomo di Connacht che litigavano sulle loro due regioni.
Hanrahan andò dal padrone di casa e gli disse: – Ho ricevuto il tuo messaggio -.

Continua a leggere…

GIOCATORI E POETI

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

“Perché quelli che si salveranno sono i giocatori e i poeti
quelli con gli occhi senza inganni e senza speranza”.
(Ezechiele, v35, Libro II)

SABA E D’ANNUNZIO

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

“…L’indifferenza con cui il fante Umberto Saba guarda d’Annunzio in visita alle truppe, vestito fuori ordinanza ed eccentricamente accompagnato da un enorme attendente, è il solco che divide non solo due generazioni, ma anche due modi di concepire la vita e la letteratura” (R. Luperini)

ODISSEA

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

“… Ma per noi in qualsiasi momento niente vale quanto il banchetto, la cetra e la danza, la biancheria sempre fresca, i bagni caldi e i piaceri del letto” (Odissea 8, 244-249)

FUTURISTI

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

“… conobbi Majakovskij nella primavera del 1914, quando Marinetti venne a Mosca. Le proteste dei futuristi russi contro Marinetti furono vivaci. Veniva chiamato il futurista italiano, uno pseudo-futurista, un impressionista… ma si andava lo stesso a bere insieme” (Roman Jakobson)

ZANZOTTO IN LAMBRETTA

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

Nel 1950 il poeta italiano Andrea Zanzotto vince il Premio San Babila. In giuria ci sono tra gli altri Montale, Quasimodo e Ungaretti. Con i soldi del premio Zanzotto si compra una Lambretta.

GROUCHO MARX ED ELIOT

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

Una storia vera. Negli Anni ’40 il comico Groucho Marx va a cena da T.S. Eliot, di cui resterà grande amico. Scrive al fratello: “Una serata memorabile. Alla fine mi ha chiesto di chiamarlo Tom. Gli ho risposto che anche lui poteva chiamarmi Tom. Ma solo perché non mi piace il mio nome”

HEMINGWAY E POUND

by Hanrahan il Rosso
febbraio 27, 2015

Ernest Hemingway a proposito di Ezra Pound: “Io gl’insegnai a tirare di pugilato, e Pound a me ciò che si doveva e non si doveva scrivere”

IL MANIFESTO ANTROPOFAGO

by Hanrahan il Rosso

“Ho chiesto a un uomo cos’era il Diritto. Mi ha risposto che era la garanzia dell’esercizio della possibilità. Quest’uomo si chiamava Galli Matias. Me lo sono mangiato”.

IL MANIFESTO ANTROPOFAGO – Oswald de Andrade (1928)
Il modernismo brasiliano era ormai cominciato.